sabato 26 aprile 2008

V2-Day: un successo enorme



Ieri ho avuto l'onore di sedere al banchetto della mia città Grottaglie organizzato dal periodico locale "Via Crispi". Dalle 15.30 alle 18.00 ho raccolto le firme insieme a Giampaolo e Vannina che, per la verità, ho conosciuto solo ieri.
Secondo il blog Via Crispi http://www.viacrispi.it/blog/ abbiamo raggiunto le 700 firme! Contro le 500 di Udine e le 600 di Aosta!
Come spiegare questo fenomeno? La gente ha voglia di partecipare? Vuole essere parte attiva del processo democratico? Eppure nelle recenti elezioni politiche questo popolo partecipativo e "dispotico", ha espresso un'indicazione di voto pressoché identica alle altre volte. Francamente sono un po' confuso.

1 commento:

Anomalia Italiana ha detto...

Grillo, in questo caso, non cavalca una causa ingiusta ma in realtà tenta di sostituire un sistema con un altro, quello suo. L'utilità sta tutta nello spostare la verità percepita da una sponda all'altra.

Cantastorie e giornalisti:

Assunto che una notizia è, tecnicamente, il racconto di un avvenimento, è fondamentale la distinzione fra la notizia intesa come informazione, e la notizia intesa come racconto mitico. La prima si rivolge alle persone come cittadini, “aggiungendo un piccolo tassello alla loro conoscenza del mondo”, e quindi ha una funzione essenziale nella società civile: permette loro di prendere parte con maggior consapevolezza al processo decisionale. La seconda invece insiste sul racconto, vuole soprattutto fornire delle “storie”, il cui contenuto però non ha lo scopo di far crescere la consapevolezza, o la coscienza, o lo spirito critico di chi ascolta, ma assolve soprattutto alla funzione, mitica appunto, del raccontare come risposta all'esigenza ancestrale di ascoltare delle storie …

http://new-italy.net/notize-o-racconti/cattive-notizie/

Ma se informare correttamente equivale a operare cambiamenti, quali sono le ripercussioni di una notizia falsa? Anche le notizie false devono operare cambiamenti. Devono modificare la realtà, ossia falsificarla e ciò soprattutto a favore del manipolatore. Questo è lo scopo, nudo e crudo, dei falsari della realtà …

http://new-italy.net/risorse/informare-correttamente-vuol-gia-dire-cambiare/

Tocca quindi a tutti noi, a saper distinguere fra notizia e racconto mitico, a scegliere tra libertà e condizionamento.